Donna Ceteris in prima linea a Cagliari, nel Festival del Fumetto NUES.

Donna Ceteris in prima linea a Cagliari, nel Festival del Fumetto NUES.

Il nastro rosso sarà uno dei simboli che dal 25 Novembre al 3 dicembre accompagneranno il cartellone di eventi organizzati dal Comune di Cagliari in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Una metafora artistica che richiama il significato sinergico dei legami e delle reti , concetto più volte evocato nelle opere della grande artista sarda Maria Lai. Un nastro per ricucire “gli strappi”, dunque, che spesso restano nascosti o non visti. Un nastro per simboleggiare il pericolo, ma anche il grido di tutte quelle donne che ancora non hanno avuto la forza o il coraggio di denunciare l’abuso subito.

L’iniziativa è stata presentata oggi in conferenza stampa dalla Presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Cagliari, Elisabetta Dettori. Accanto a lei, La Presidente dell’Associazione Progetto Donna Ceteris, Silvana Maniscalco, e le diverse rappresentanze del mondo dell’associazionismo impegnato nella lotta contro la violenza di genere: un larga rete riunita insieme per la presentazione di una lunga serie di appuntamenti che quest’anno animeranno il 25 novembre per ben 8 giornate.

Cagliari, le piazze i suoi centri di cultura saranno così il palcoscenico di letture, tavole rotonde, spettacoli teatrali e dibattiti che, da martedì 25 novembre, termineranno mercoledì 3 dicembre, alle 20.00 quando durante il Sardinya Queer Short Festival verrà proiettato il cortometraggio di animazione Yulia, manifesto contro la violenza di genere.

In questa cornice di iniziative, sabato 29 novembre, alle ore 18, Donna Ceteris sarà ospite del NUES, Festival del Fumetto organizzato a Cagliari dal Centro Internazionale del Fumetto di Bepi Vigna. Una sinergia culturale, quella fra nuvole parlanti e lotta alla violenza di genere, che Donna Ceteris conferma ancora una volta dopo il successo del Fumetto “Fine di una Fiaba”, pubblicato in occasione dello scorso 8 marzo dal quotidiano l’Unione Sarda.

“Oggi – ha dichiarato in conferenza stampa la Presidente Donna Ceteris, Silvana Maniscalco – assistiamo sul territorio di Cagliari ad un incremento degli interventi pari al 30 – 35%. Ciò equivale ad un’accresciuta propensione alla denuncia da parte delle donne, dunque ad una maggiore consapevolezza sulla necessità di rompere la difficile barriera del silenzio. Abbiamo bisogno per questo di un grande impegno sul territorio da parte di tutti, senza dimenticare che solo rafforzando il ruolo e l’azione dei Centri Antiviolenza possiamo garantire interventi più efficaci e concreti. E’ necessario per questo dare gambe e braccia alla Convenzione di Istanbul, garantendo altresì una presenza capillare dell’educazione di genere all’interno delle scuole”.

Restiamo in contatto

Privacy Policy