La nostra nuova casa

Donna Ceteris cambia casa. Ma nessun timore. Nessun cambio fisico o trasferimento di sede. Si tratta solo di un trasloco tra le mura virtuali del web, all’interno di un nuovo portale che sostituisce ufficialmente il nostro storico sito. Cambiamo colori, arredi, architettura, ma restiamo qui, rintracciabili allo stesso indirizzo dove ci avete sempre trovato: www.donnaceteris.org.

Donna Ceteris cambia casa. Ma nessun timore. Nessun cambio fisico o trasferimento di sede. Si tratta solo di un trasloco tra le mura virtuali del web, all’interno di un nuovo portale che sostituisce ufficialmente il nostro storico sito. Cambiamo colori, arredi, architettura, ma restiamo qui, rintracciabili allo stesso indirizzo dove ci avete sempre trovato: www.donnaceteris.org.

Cosa cambia rispetto al passato? Beh, di sicuro la forma e la funzionalità degli spazi, più luminosi, più interattivi, ma soprattutto capaci di accogliere in modo più leggibile e immediato ognuno dei temi che ci ha sempre accompagnato in questi anni: valori e principi della cultura di genere, lotta contro la violenza, stalking, educazione interscolastica, cyberbullismo,networking e territorio, empowerment.

Non cambiano i contenuti, ma cambia il loro modo di raccontarli e i linguaggi con cui scegliamo di comunicarli. Per noi cambiare significa innovare, migliorare il modo di diffondere un messaggio, renderlo più accessibile e immediato. Di più, metterci la faccia. Ecco perché la scelta di accogliervi guardando al cuore dei vostri occhi, per darvi il Benvenuto con i nostri visi, con il nostro sorriso, con i nostri nomi e i corrispondenti ruoli: pronte ad affiancare il vostro viaggio fra le nuove stanze di questa casa virtuale.

Il nostro chi siamo diventa così una voce plurale e intercambiabile.
Siamo un team. Che è decisamente più di un team: piuttosto una famiglia, legata dall’esperienza di lunghe battaglie combattute insieme, valori e percorsi che ci hanno unito mettendoci a servizio di tante donne vittime di violenza e maltrattamenti, con competenza e professionalità.

Ma siamo anche dei progetti: una lunga narrazione di iniziative che si muove nell’arco di 20 anni di attività ininterrotta, tra l’ambito scolastico e quello universitario, tra il territorio e le sue molteplici potenzialità di rete, con stakeholder istituzionali, sanitari, di pubblica sicurezza e culturali.

E infine, siamo l'azione e l'intervento. Il primo Centro Antiviolenza del Comune di Cagliari, il primo Sportello Antistalking a livello nazionale. E ancora, il Centro Antiviolenza del Plus Quartu – Burcei. Riferimenti assoluti nella complessa lotta contro la violenza di genere, che continueremo a raccontarvi con gli aggiornamenti costanti del nostro blog.

Ecco chi siamo. Un’identità multitasking e multisettoriale nel campo della cultura di genere. Chi oggi “clicca” alla nostra porta troverà un benvenuto speciale tra le stanze di questa nuova residenza web: una residenza di idee, temi e riflessioni. La residenza dei nostri valori e della nostra identità.

Restiamo in contatto

Privacy Policy